Iscriversi in palestra e continuare ad andarci

ISCRIVERSI IN PALESTRA

e continuare ad andarci

 

L’autore

Claudio Lombardo è laureato in Scienze organizzative e gestionali e laureando in psicologia; è docente di Mental Training applicato al settore sportivo e al dimagrimento, che divulga con seminari e in collaborazione con le principali testate giornalistiche del settore body building e fitness.

Docente dell’Accademia del fitness.

 

SCARICA IL PDF

 

 

Prefazione

 

QUANDO ero all’ultimo anno del liceo classico il mio professore mi chiese cosa avrei voluto fare

dopo la maturità, io risposi «Aprire una palestra, diventare Campione Italiano di Bodybuilding e laurearmi in Medicina e Chirurgia». Pochi anni dopo, nel 1982, aprii la palestra New Center Gym, allora, la più grande in Italia, nel 1985 mi laureai e nel 1986 diventai Campione Italiano. In tutti quegli anni la mia mente era concentrata su quegli obiettivi e nonostante i normali incidenti di percorso non cambiai mai le mie priorità, nonostante si fossero presentate altre opportunità. Non so perché ma già allora istintivamente capivo che il potere della mente era ancora più importante delle predisposizioni genetiche e intuivo che la logica, “l’antico sapere”, da sempre presente nella storia dell’uomo, fosse la chiave di volta. Uno degli aspetti più importanti della logica è la certezza che può derivare solo da un’accurata programmazione che parte dalle corrette informazioni.

 

Per questo lo studio della medicina serviva a darmi le informazioni necessarie per costruire la “forma fisica” da me desiderata.

Noi tutti siamo mossi dai bisogni e dai desideri. Rispondere ai bisogni è più naturale ed istintivo, realizzare i desideri richiede una programmazione, come costruire una casa il progetto di un architetto. Avendo gestito una palestra per tantissimi anni mi sono subito reso conto che per la maggior parte delle persone il problema è mantenere la costanza dell’impegno e dell’allenamento e pensate che le persone che frequentano le palestre (circa l’8% della popolazione italiana), sono

quelle che dal punto di vista caratteriale hanno già una predisposizione all’allenamento fisico.

 

Figurarsi gli altri che sono meno predisposti. E se condivido appunto la proposta di Claudio Lombardo di proporre la cultura fisica come strategia di prevenzione delle malattie croniche degenerative da me già caldeggiata ripetutamente in chiave anti-aging, bisogna però prendere atto che per certe tipologie di persone può essere un’attività fisica non particolarmente congeniale e quindi potrebbe essere opportuno orientarsi verso discipline più gradite proprio per evitare il

fenomeno dell’abbandono. Senza dubbio però l’aspetto più importante sul quale bisogna fare leva per evitare l’abbandono è

quello motivazionale. Ognuno di noi deve trovare o crearsi le proprie motivazioni e stabilire delle 3 priorità.

 

Inoltre non si deve affrontare il problema della forma fisica considerando solo l’allenamento, in questa maniera forse vinceremo la prima battaglia ma perderemo di sicuro la guerra. L’unica possibilità per sconfiggere il sovrappeso e le malattie croni che ad esso correlate è l’acquisizione di un corretto stile di vita che deve necessariamente comprendere l’alimentazione idonea, l’esercizio fisico strutturato, l’integrazione alimentare mirata e personalizzata e lo stress management.

 

Tutto questo deve avvenire tramite un percorso di consapevolezza che deve motivare a cambiare. Non possiamo pensare di risolvere un problema continuando a fare tutto ciò che ci ha portato a quel problema. L’allenamento mentale diventa fondamentale come l’allenamento fisico per mantenere la sufficiente frequenza di stimolo per determinare l’instaurarsi di un’abitudine. Se è vero che siamo schiavi delle abitudini vediamo di diventarlo di abitudini positive.

 

Questo libro rappresenta un’arma in più per chi vuole migliorare il proprio corpo e mente e non peggiorare mai

più. Dott. Massimo Spattini Medico Chirurgo, Specialista in Scienza dell'Alimentazione , Specialista in Medicina dello Sport, docente all'Università "Sapienza" di Roma, presidente dell'Accademia del Fitness e autore del libro

“La dieta COM”.

© Copyright 2016 - All Rights Reserved